lunedì 2 febbraio 2009

Menswear "We Love You"



Il singolo che sta tra primo e secondo disco,anchese poi sul secondo disco non ci sarà questa We Love You. Le B-side la dicono già lunga sui cambiamenti che la band stava vivendo e che poi porteranno al secondo (stupefacente) disco.
Questa è l'edizione con le b-side in studio, i live e il mediocre inedito! (1996 Laurel)

- We Love You
- Crash
- Phat Kid Music
- Hanging In The Blue Sky
- The One (Live)
- Sleeping In (Live)
- Little Miss Pin Point Eyes (Live)
- People I'm Hooch
- People I'm Hooch (Instrumental)

MENSWEAR

2 commenti:

  1. abbiamo più volte commentato la parabola artistica dei Menswe@r... io sono arrivato alla conclusione che sono stati un po' fraintesi, nel senso che erano così smaccatamente britpop in tutto e per tutto da diventarne quasi una parodia! sembra paradossale ma altrimenti non si spiegherebbe il totale disinteresse della stampa dopo il grande successo dell'esordio! poi, va beh, lo sappiamo... i cinque hanno perso il senso di quello che stavano facendo, non ci stavano più dentro (forse troppo giovani: ricordiamo che uno dei chitarristi, Chris Gentry, era appena maggiorenne) e si sono persi... So che il secondo cd è uscito praticamente solo in Giappone che, a quanto pare, è molto legato a certi suoni british, ma i miei Menswe@r restano indissolubilmente racchiusi in quella manciata di canzoni del primo disco... (basta "Daydreamer"?)
    Grande Jonny Dean, comunque... nonostante la stroncatura di Paola Maugeri!

    RispondiElimina
  2. In realtà era perchè la Maugeri voleva farselo..ma lui ha rifiutato!! Su Chris ho questo ricordo pazzesco di lui a Firenze che in mezzo alla pista balla L'Ombelico del Mondo circondato da ninfette vogliose....ci credo che poi hanno perso la testa!!

    RispondiElimina