giovedì 9 luglio 2009

Babylon Zoo "King Kong Groover"





Quello che la pubblicità ti da poi se lo prende. Il giovincello in questione azzecca il primo disco tra rimandi glam, un pò di spazio, un pò di Bowie e poi lo spot pubblicitario con la sua canzonetta che da una grossa mano. Ecco che poi arriva il secondo disco, che si mantiene un pò su quell'onda, magari più pop e meno spaziale, ma con 1 spot pubblicitario in meno e così anche Babylon Zoo finisce nel dimenticatoio. (1999 EMI)

L'NME ha legnato un bel pò duro...

So here's this man, Jas Mann to be precise, who - having suffered much derision in the wake of his jeans ad-assisted hit 'Space Man' in 1996, primarily for saying wanky things and making rubbish records - decides to make a comeback album to prove to the world that he isn't at all wanky or rubbish and is in fact greatly talented and entirely credible. So what does he call this album? 'King Kong Groover'.
And it gets worse. Certain pitfalls must be avoided if one wishes to be taken seriously. Among them: transparently attempting to sound like Oasis, David Bowie or The Beatles; slapping wacky 'space' noises on to musical motifs stolen from bygone eras in order to disguise the fact that you filched them; titling songs 'Manhattan Martian' or 'Honaloochie Boogie'; and lyrics like "I'm a laser-guided superstar". Clearly, no-one pointed these things out to Jas Mann.
This slickly produced machiavellian plundering of pop classics is merely a clumsy effort to resurrect a career that was a fluke in the first place.
Jas Mann has failed to add anything to the sources he has appropriated, other than terrible lyrics and a voice more than capable of causing spontaneous aneurisms at 50 paces.
The album opens with a track called 'All The Money's Gone'. No doubt it is. But this is no way to make it back.
1 out of 10

- All The Money's Gone
- Manhattan Martian
- Honaloochie Boogie
- Honeymoon In Space
- Stereo Superstar
- Chrome Invader
- Bikini Machine
- Are You A Boy Or A Girl
- Hey Man
- Aroma Girl

BABYLON ZOO

2 commenti:

  1. ho sempre considerato i Babylon Zoo un gruppo piuttosto fittizio, nei suoni ma anche nella loro proposta visiva... hanno azzeccato un singolo banalissimo ("Spaceman", tutti se lo ricorderanno) ma senza la pubblicità televisiva non sarebbero mai stti notati (invece nel 1996 vennero da superstar persino al Festivalbar!).

    RispondiElimina
  2. Cosa non fa la pubblicità!!
    Fittizio è 1 aggettivo che per il gruppo va più che bene...infatti si è sgonfiato presto...ma credo che lui la sua notorietà se la sia goduta a suon di groupie caldissime!!!

    RispondiElimina