sabato 18 luglio 2009

Velvet Crush "In The Presence Of Greatness"



Esordio dei Velvet, ma le idee erano già chiarissime. Power Pop elettroacustico, melodie pazzesche incastonate in gioiellini belli sparati si alternano a momenti un pò più riflessivi, insomma un disco con un suono ultra pop nel più classico dei modi, un suono buono per saltare, per fare a pezzi il salotto di casa vostra ballando, ma anche qualche momento per rifiatare non manca. Se amate i Teenage Fanclub, dai, è il vostro disco. Se odiate i Teenage smettete di frequentare questo blog! (1992 Ringers Lactate)

Pure Piero Scaruffi dice la sua...

L'inesauribile scuola power-pop di Boston apri` gli anni '90 con il sound fresco e intrigante dei Velvet Crush. Paul Chastain (basso) e Ric Menck (batteria) erano due veterani che hanno suonato in tanti complessi amatoriali. Trasferitisi a Providence, nel Rhode Island, e fatta amicizia con il chitarrista Jeffrey Borchardt, diedero vita ai Velvet Crush che esordirono con il singolo Ash And Earth (Bus Stop, 1991).
In The Presence Of Greatness (Ringers Lactate, 1992 - Action Musik, 2001) e` un album di pop all'antica, le cui Drive Me Down, Window To The World, Blind Faith, White Soul, Superstar rispolverano gli annali di Big Star, Kinks, Beach Boys e girl-groups.


- Window To The World
- Drive Me Down
- Ash And Earth
- White Soul
- Superstar
- Blind Faith
- Speedway Baby
- Stop
- Asshole
- Die A Little Every Day

VELVET CRUSH

Nessun commento:

Posta un commento