mercoledì 23 settembre 2009

The Auteurs "Now I'm A Cowboy"






Se penso all'eleganza in musica penso a questo disco. Classe e raffinatezza. Ma Piero Scaruffi qui sotto non la pensa esattamente come me...(1994 Hut)

Negli anni '80 in Gran Bretagna la nostalgia per l'era hippie tocco` vertici da manicomio con gli Auteurs di Luke Haines. Il cantante assumeva ora i panni di Donovan ora quelli di Marc Bolan. Le sue canzoni erano un po' piu` forbite della media del brit-pop, non fosse altro perche' Haines tentava di cantare argomenti piu` profondi e personali.
A rivelarli fu l'album New Wave (Hut, 1993), con le melense American Guitars, Showgirl e Junkshop Clothes. In teoria la novita` degli Auteurs era lo sfogo amaro e vitriolico di Haines, ma in realta` l'unico fatto saliente di queste canzoni era che non potevano competere con il meglio del brit-pop perche' Haines non sapeva scrivere liriche decenti, il gruppo non sapeva suonare e i ritornelli erano scadenti. Di conseguenza l'album mascherava l'insuccesso del loro banale pop con ambizioni intellettuali (un po' come aveva fatto il padre di tutti gli illusionisti pop, David Bowie).
Il successivo singolo Lenny Valentino e` il loro brano piu` rock, ma non e` rappresentativo dell'album Now I'm A Cowboy (Hut, 1994), fitto di tocchi classicheggianti di pianoforte, organo, oboe (James Banbury al violoncello) e ancor piu` vicino alla sensibilita` del glam-rock (Chinese Bakery). Si tratta comunque per lo piu` di ballate soporifere che raramente scalfiscono la superficie di un melodismo fine a se stesso. Con questo lavoro lambiccato e aristocratico gli Auteurs tentano di costruirsi una personalita` in un genere che vive della mancanza di personalita`. A loro mancano pero` i ritornelli, che vantano i loro concorrenti senza personalita`. (Piero Scaruffi - http://www.scaruffi.com/)


Exuding a barbed, sexy impishness, Auteurs mainman Luke Haines may be the grooviest pop fantasist since glitter guru Marc Bolan. His guitar leads echoing Mick Ronson's, he's plainly a glam rocker at heart. A terrific sequel to last year's New Wave, Cowboy finds him giving further shape to his fascination with all that darkly glimmers: femmes fatales, taboo love, cracked actors ("Lenny Valentino" imagines a dream fusion of Lenny Bruce and Rudolph Valentino). On cello-graced fare like "New French Girlfriend," "The Upper Classes" and "I'm a Rich Man's Toy," he drops cool names (Bob Dylan, Truman Capote, Toulouse-Lautrec); his casual, literate wordplay stings and delights. And he can turn out catchy tunes like a jukebox. (Paul Evans - http://www.rollingstone.com/)

- Lenny Valentino
- Brainchild
- I'm a Rich Man's Toy
- New French Girlfriend
- The Upper Classes
- Chinese Bakery
- A Sister Like You
- Underground Movies
- Life Classes/Life Model
- Modern History
- Daughter of a Child


THE AUTEURS

Nessun commento:

Posta un commento