martedì 15 settembre 2009

Gene "As Good as It Gets: The Best of Gene"



Fare una raccolta dei Gene non è certo facile. Perchè? Beh, è una questione di qualità, ci sono troppi pezzi buoni e troppo poco spazio in un disco solo. La selezione operata su questo album è tutto sommato buona, non mancano i grandi classici ma si va a pescare pure tra le b-side, il che non è male, visto le perle che il gruppo ha saputo regalare anche nei lati b dei singoli.
Una raccolta che non sarà indispensabile, ma che celebra comunque 1 grande gruppo. Questo si. (2001 Polygram)


- As Good as It Gets
- For the Dead
- Fighting Fit
- Olympian
- We Could Be Kings
- Sleep Well Tonight
- Fill Her Up
- You'll Never Walk Again
- Where Are They Now?
- Haunted by You
- London, Can You Wait?
- Speak to Me Someone
- Mayday
- I Can't Help Myself
- Drawn to the Deep End
- Be My Light, Be My Guide
- Town Called Malice


GENE

1 commento:

  1. posseggo entrambi i dischi dei Gene (mi sono fermato ai primi due, ma lì c'è tutta la poetica del gruppo) ma non posso non appropiarmi di questa parziale raccolta contenente comunque tutti gli episodi significativi della band (altrimenti che "best" sarebbe?
    ogni volta mi emoziono: grandi, grandissimi Gene!!!
    li ascolto sempre, non passano mai di moda!
    giannig.

    RispondiElimina