lunedì 17 ottobre 2011

Compulsion "The Future is Medium"




Bel gruppo gli irlandesi Compulsion. Più punk che pop, o alternative rock decisamente muscoloso, fate voi, anche se le linee melodiche non mancavano e sapevano essere decisamente vincenti. Ma l'aggressività, la rabbia, la cattiveria erano presenti in dosi piuttosto forti, senza risparmiarci nulla.
Secondo disco e anche fine della corsa per loro, forse solo leggermente inferiore al travolgente esordio.
Garret Lee, il chitarrista, è partito qui prima di diventare Jacknife Lee e fare il produttore per gruppi famosissimi. (1996 One Little Indian)

- All We Heard Was A Dull Thud
- Question Time For The Proles
- Juvenile Scene Detective
- It's Great
- They're Breeding The Grey Things Again
- Fast Songs
- Western Culture Collection
- Happy Monsters
- Belly Laugh
- Is This Efficient Living-
- Down The Edifice
- Happy Ending
- Burst
- Lost On Abbey Road
- Spotlight Into Space
- Me


COMPULSION

Nessun commento:

Posta un commento