lunedì 5 dicembre 2011

Blur "Leisure"







E' tempo di pesi massimi, o meglio dei primi passi di pesi massimi come i Blur.
Esordio magistrale per questa formazione, ancora alla ricerca di una vera identità (qui si trovano frammenti baggy come alcune cose shoegazer, ma già mescolate con molta sapienza), ma già capace di sfornare dei pezzi di elevatissima fattura pop.
Da ascoltare sfregandosi le mani, pensando...ehi, è solo l'inizio! (1991 Food)


- She's So High
- There's No Other Way
- Bang
- I Know
- Slow Down
- Repetition
- Bad Day
- High Cool
- Come Together
- Fool
- Birthday
- Wear Me Down


BLUR

9 commenti:

  1. il primo passo leggeremente acerbo ma già interessantissimo per una band che non ha mai sbagliato un album.
    e io in un nuovo disco dei blur ci spero ancora...

    RispondiElimina
  2. Anch'io spero in un nuovo lavoro dei Blur...soprattutto dopo la re-union dell'anno scorso per il concerto ad Hyde Park.
    "Leisure" mi è arrivato proprio ieri (insieme a "Blur" e il doppio dvd "No Distance Left to Run") ed è sicuramente il disco più acerbo della band ma in cui già sono chiare le loro potenzialità.
    Un gruppo che ha sempre sperimentato e non s'è limitato alla canzoncina orecchiabile, come hanno fatto altri ad esempio. Sono contenta che ne parliate anche qua, come vi avevo chiesto; vorrei che fossero rivalutati...non solo come il gruppo di "Country House" e "Charmless Man" insomma!

    RispondiElimina
  3. Sarò sincero....io non vorrei un nuovo disco dei Blur.
    Ma cosa volete farci? Per me il gruppo arriva fino a Great Escape, poi ho smesso di seguirli. Ma io sono sempre un pò estremo.
    Mi piace ricordarli così con i loro primi 4 dischi da storia della musica, poi stop.
    Grazie per i commenti, come sempre!
    Ricky

    RispondiElimina
  4. Gèép Nicotera5 dicembre 2011 19:57

    fools day era carina, ma con la reunion mi definisco anch'io definitivamente appagato.

    RispondiElimina
  5. No, mi hai distrutto con questo commento!
    Ascolta almeno "Blur" e "13", due dischi geniali, fidati. Basti ascoltare canzoni come "Caramel".
    Certo, non si tratta più di Brit Pop, ma di pura sperimentazione Rock...

    RispondiElimina
  6. Ecco, l'hai detto!! Io sono della vecchia scuola...appena smettono di essere brit pop io mollo!
    Ho un brutto carattere, lo so! ;-)

    RispondiElimina
  7. E' vero, è un disco acerbo, non potrebbe d'altronde essere altrimenti, visto che qui Damon, Graham, Alex e Dave erano poco più che ventenni ma comunque con le orecchie ben sintonizzate su ciò che stava accadendo in patria. E quindi suoni baggy, come si diceva a Madchester, echi di Roses e Charlatans e pop di facile presa, mischiata a un pizzico di psichedelia, come dimostrano i bei singoli She so High e soprattutto There's no other way. io e Ricky eravamo concordi su tutto il periodo britpop, a iniziare dai Blur, paladini del genere e sempre attuali e sintonizzati con le mode del momento. Un primo stacco si avvertì con i Radiohead, che il titolare di questo blog abbandonò e io invece apprezzai per il coraggio e la pazzia nel proporre musica lontana da ogni standard pop. Lo stesso dicasi per i Blur, di cui salvavo la genialità e la voglia di rinnovarsi con BLUR e 13, nei quali emersero le differenze tra i due leader, il terzomondista Albarn e il più folk- punk Coxon. Col senno di poi però i risultati maggiori, proprio a livello di qualità stanno racchiusi in Parklife e Great Escape... album specchio dei tempi ma prima di tutto composti da gemme sui generis.. Grandi Grandi Grandi .. ma niente reunion poco attendibili, per carità

    RispondiElimina
  8. Concordo in parte col commento sopra di me. Ma sarei propensa per una re-union che, se ben fatta, mi piacerebbe.

    Ho appena finito di scrivere la Biografia completa dei Blur, con annesse recensioni di tutti gli album e approfondimenti...Se vi interessa:
    http://crazydiamondmusic.blogspot.com/2011/11/blur.html
    Grazie :)

    RispondiElimina
  9. ...Chiedo scusa, è questo il link giusto:

    http://crazydiamondmusic.blogspot.com/2011/12/blur.html

    Grazie e complimenti al curatore del Blog :).

    RispondiElimina