giovedì 8 dicembre 2011

Blur "Modern Life Is Rubbish"









Il disco della svolta per i Blur. Si cambia passo, si mettono nell'armadio un pò di Fred Perry e ci si taglia i capelli un pò baggy.
E' tempo di raccontare una quotidianità che a volte non piace, è monotona, ripetitiva, poco incisiva, ma nella quale si posso ancora trovare momenti di soddisfazione.
E' tempo di un secondo disco bellissimo per questo gruppo.
Neanche a dire che Damon era bellissimo e già Graham Coxon mostrava già il lato nerd, che sarebbe diventato il suo marchio di fabbrica. (1993 Food)

- For Tomorrow
- Advert
- Colin Zeal
- Pressure on Julian
- Star Shaped
- Blue Jeans
- Chemical World
- Sunday Sunday
- Oily Water
- Miss America
- Villa Rosie
- Coping
- Turn It Up
- Resigned


BLUR

1 commento:

  1. Ci voleva anche un articolo su quest'album fondamentale nella storia dei Blur!
    Ho appena finito di scrivere la Biografia completa dei Blur, con annesse recensioni di tutti gli album e approfondimenti...Se vi interessa:
    http://crazydiamondmusic.blogspot.com/2011/11/blur.html
    Grazie :)

    RispondiElimina