lunedì 12 novembre 2012

Disciplinatha live - Zona Roveri, Bologna, 9 novembre 2012



Ho pensato tanto a quello che avrei potuto vedere in questo live/reunion dei Disciplinatha. Era inevitabile. Li avevo visti tante volte prima del loro scioglimento 15 anni fa, a tal punto che ero presente anche nel loro ultimo live, proprio a Bologna. Ora sono qui, allo Zona Roveri, nella stessa città che segnò la conclusione del gruppo, con una grandissima curiosità.

I Disciplinatha hanno sempre sorpreso e spiazzato nella loro carriera, lo faranno anche questa sera? Quando sul palco si presenta un coro di alpini, di Monte Calisio in provincia di Trento, beh, capisco che nulla di quello spirito è andato perso.

Tre pezzi, con il pubblico che assiste in silenzio e applaude in modo sincero sentendo queste armonie vocali, al quarto brano ecco Santini e Parisini che salgono sul palco per l'inedito Bandiera Nera: il coro intrecciato all'elettronica rumorosa. Ne esce qualcosa che lascia a bocca aperta. Perchè Disciplinatha questo lo sa fare, smuoverci, colpirci, lasciarci esterrefatti.

Non riesco a pensare in questi 50 minuti, me li vivo secondo dopo secondo, consapevole che ci ritornerò su dopo con la mente, alla fine dello show: ora mi lascio ipnotizzare da quei video, dalla catena che picchia, dal simbolo del gruppo sulla fascia al braccio dei protagonisti e dai suoni cupi e martellanti.

Tanti pezzi dalle prime uscite del gruppo, in nuove versioni, crude e taglienti, penso a Crisi di Valori, ma anche la stessa Nazioni, letteralmente spietata.  Per il 18 Aprile arriva il Coro delle Mondine di Bentivoglio e Santini s' improvvisa direttore di un coro meraviglioso che si diverte e ci invita ad urlare che "i comunisti difenderanno la libertà"! Esilio a mio avviso è la perla della serata, con la voce di Valeria sempre valore aggiunto.

I titoli di coda (reali, sono anche sullo schermo) arrivano dopo l'urlo catartico di Addis Abeba, e si vorrebbe non fossero mai arrivati: vedere i Disciplinatha così devastanti e pensare che siamo alla parola “fine definitiva” mette vero rammarico.

Il cofanetto che ho nella mia mano però mi rassicura: forse questa sera è solo un nuovo inizio.

1 commento:

  1. grandissimo Cristiano e evento davvero unico questa reunion.

    RispondiElimina